Rilievo UE per art.113 bis decreto correttivo codice appalti

Buongiorno,

la commissione UE ha inviato all’Italia una lettera di messa in mora per la non conformità alla direttiva 2011/7/UE dell’art. 113 bis introdotto dal decreto correttivo (D.Lgs.56/2017) al Codice appalti che prevede che “Il termine per l’emissione dei certificati di pagamento relativi agli acconti del corrispettivo di appalto non può superare i quarantacinque giorni decorrenti dall’adozione di ogni stato di avanzamento dei lavori.”

La Direttiva comunitaria invece stabilisce un termine ordinario di 30 giorni che può essere esteso a 60 giorni in casi eccezionali.

L’Italia ha due mesi di tempo per rispondere ai rilievi della UE.

Cordiali saluti

Segreteria Forum cauzioni e Credito

Fonte: Edilizia e Terriotrio 17/07/2017